Progetto Pedagogico

L’asilo nido nasce dall’idea, affermata e condivisa dalla letteratura scientifica, che la prima infanzia presenta forti potenzialità di sviluppo e che i bambini devono essere considerati come soggetti attivi e competenti con caratteristiche e modi propri, in alcun modo inseribili in schemi rigidi e preconfezionati.

Il principio cardine del nostro sistema educativo è la centralità del bambino e del suo percorso al nido, dal momento dell’inserimento e durante tutto l’anno. Questi strumenti pedagogici ci forniscono gli elementi necessari per modulare le modalità di intervento, indirizzare la programmazione e strutturare le proposte attraverso incontri periodici dell’équipe pedagogica.

A tal fine riteniamo di fondamentale importanza dare valenza educativa al gioco, in quanto codice comunicativo primario del bambino, e alla sua libera espressione. Diamo al bambino la possibilità di organizzare liberamente e autonomamente un certo lasso di tempo, senza che l’adulto interferisca in modo intrusivo, pur vigilando costantemente sul suo operare. La creatività, l’autonomia, la fantasia, l’esplorazione, l’avventura e il movimento sono solo alcuni dei bisogni ai quali intendiamo rispondere e che, nella società odierna, vengono troppo spesso sottovalutati.

Le interazioni con gli altri bambini, la possibilità di approcciarsi ai giochi in modo spontaneo, le proposte educative e l’organizzazione routinaria della giornata, permettono una crescita armonica ed equilibrata delle varie competenze su cui poggia lo sviluppo psico – fisico del bambino.

Lo sviluppo, inteso come apprendimento e crescita, può avvenire soltanto attraverso la relazione con “gli altri significativi” e in tal senso, il nido ha il fine di aiutare ogni singolo bambino a crescere in stato di benessere, ad acquisire le abilità, le conoscenze, le competenze affettive e relazionali utili per la costruzione di un’esperienza di vita ricca ed originale.

All’interno del nostro progetto inseriamo anche i genitori, fruitori passivi ma infinitamente importanti. La creazione di un rapporto basato sulla fiducia e sul rispetto è tra i nostri obiettivi primari. A tale scopo ci teniamo ad una comunicazione diretta e quotidiana, organizzando inoltre riunioni e colloqui personali.

Il nido è sì centrato e rivolto alle esigenze del bambino ma per fare che ciò avvenga è necessaria la costruzione di un buon rapporto tra educatrici – bambini – genitori.

La Giornata al Nido

La giornata educativa è scandita secondo una successione di tempi e modalità diversificate di intervento educativo.

Questo tipo di divisione e successione di momenti di cura e attività ludico – educative si basa sul fatto che i bambini, a questa età, abbiano bisogno di routines, cioè di momenti ripetitivi e sempre uguali che hanno la funzione di dar loro sicurezza e di avere una visione temporale della loro permanenza al nido.

Le educatrici e la coordinatrice durante l’anno e in base al numero e all’età dei bambini fanno una programmazione delle attività ludico-educative da proporre ai bambini.

Vengono organizzate e proposte attività singole e veri e propri percorsi di durata variabile che hanno lo scopo di far divertire i bambini e al tempo stesso avvicinarli a concetti e conoscenze nuove.

Si cerca di stimolare e ampliare le capacità del singolo e del gruppo.

7.30/9.30 – accoglienza

9.30 – in bagno a lavarsi le mani prima di fare la merenda

09.30/10.00 – merenda e sistemazione nei vari spazi

10.00/11.00 – gioco strutturato e attività nei gruppi di appartenenza

11.00/11.30 – in bagno a cambiarsi e a lavarsi le mani

11.30/12.30 – pranzo e di nuovo in bagno a pulirsi

12.30/13.00 – gioco tranquillo in attesa dell’uscita

13.00 – prima uscita

13.00/13.30 – preparazione e nanna

15.15 circa – sveglia e tutti in bagno

15.30 circa – merenda

16.00 – seconda uscita

16.00/18.00 – attività soft preparandosi all’uscita

Schema di Inserimento

Prima settimana

Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venderdì
10:00 – 10:30 10:00 – 11:00 9:30 – 11:00 9:30 – 11:30 9:30 – 12:00
Mamma e bimbo
entrano insieme
Mamma e bimbo
entrano insieme
Mamma e bimbo
entrano insieme
prima merenda e poi distacco
Mamma e bimbo
entrano insieme
dopo 5 minuti mamma esce
Bimbo entra solo
e rimane fino
a dopo pranzo

Seconda settimana

Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venderdì
9:30 – 12:00 9:30 – 13:00 9:30 – 15:00 (circa) 9:30 – 11:30 orario normale
Bimbo entra solo
e rimane fino
a dopo pranzo
Pranzo e fase
preparatoria per la nanna
Primo giorno in cui fa la nanna.
Appena sveglio si chiama la mamma.
Nanna e merenda

Nell’asilo nido di Perle e Pirati è previsto uno schema di ambientamento per i nuovi bambini e genitori.

Il programma è indicativo e si adegua alla personalità e alle possibilità del bambino e del genitore.

Generalmente ha una durata di due settimane e prevede che il genitore e il bambino trascorrano del tempo insieme al nido; gradualmente avviene il distacco tra i due e giorno dopo giorno la sua permanenza del bimbo al nido aumenta entrando nelle routines previste giornalmente.

Il tutto, ovviamente, nel rispetto della sensibilità del bambino. Alla base di questo programma c’è l’opinione che un buon inserimento permetta al bambino e al genitore una buona permanenza al nido

Gallery

DAI UN OCCHIO